Bestack presenta il packaging anti-spreco

L’imballaggio attivo in cartone ondulato che consente di salvare frutta e verdura dalla deperibilità

Un miliardo di risparmio, 850 mila tonnellate di scarto evitato

Bestack, il consorzio non profit di ricerca dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta, presenta a Macfrut (Rimini Fiera, 14-16 settembre) i risultati di uno studio pionieristico condotto dall’Università di Bologna sul ruolo del packaging nella lotta allo spreco alimentare.

A conclusione di un percorso di ricerca quinquennale, che ha compreso 4.500 analisi e 200 campionamenti su fragole, albicocche e nettarine, è stato dimostrato che l’imballaggio attivo Bestack – un packaging innovativo con l’aggiunta di oli essenziali naturali in grado di contrastare la deperibilità di frutta e verdura – consentirebbe di evitare ogni anno che nel nostro Paese 850 mila tonnellate di prodotti ortofrutticoli finiscano nella spazzatura. Con evidenti benefici in termini economici (un miliardo di euro il risparmio stimato) e ambientali.

Il nuovo packaging in cartone ondulato brevettato da Bestack sarà presentato a Macfrut,

Mercoledì 14 settembre
Rimini Fiera
Alle ore 13.30
Presso lo spazio Agorà – c/o ingresso Fiera Hall Sud