Tracciabilità via blockchain per i polli Carrefour in Francia (ma il trasporto non c’è ancora)

A gennaio Alexandre Bompard, capo di Carrefour, l’aveva annunciato: il gigante francese del retail avrebbe investito 2,2 miliardi di euro entro il 2022 per la digitalizzazione dei suoi processi, in particolare utilizzando la tecnologia blockchain per migliorare la tracciabilità dei propri prodotti.

Ora arriva il primo esempio: da pochi giorni i consumatori francesi acquirenti della linea di pollame a marchio Poulet d’Auvergne Filière Qualité Carrefour (un milione di pezzi l’anno) inquadrando il QR code sull’etichetta possono avere molte informazioni sul pollo che si apprestano a cucinare (se il vostro smartphone ha un lettore di QR code, provate a inquadrare l’etichetta nella foto). La vera novità però non sta in questo, ma nel fatto che le informazioni sono raccolte nei singoli passaggi della filiera in modo digitale e inseriti in un libro mastro distribuito (Distributed Master Ledger), la definizione generale della tecnologia che sta alla base delle criptovalute, tra le altre cose. Il database è distribuito sui sistemi di tutti i partecipanti della filiera e il suo contenuto non può essere modificato dopo che è stato scritto.

Oltre alla trasparenza nei confronti del cliente, il nuovo sistema di tracciabilità permette di avere le informazioni aggiornate in tempo reale, man mano che vengono inserite (oggi la cosa si fa spesso via documenti cartacei, per cui quando la merce arriva sugli scaffali spesso serve del tempo per capire da dove proviene un determinato lotto).

Carrefour intende allargare l’esperienza entro la fine dell’anno ad altri otto prodotti a proprio marchio (uova da allevamento a terra, pomodori senza erbicidi, salmone senza antibiotici, bistecche razza Charolais, latte fresco microfiltrato da allevamenti semibradi, il Rocamadour (formaggio di capra fresco), arance spagnole senza pesticidi dopo la fioritura e miele crudo di stagione.

Una sola nota, anche in questo sistema molto sofisticato, le fasi di trasporto non vengono tracciate. C’è ancora molto spazio per il miglioramento.