YAPE: un drone terrestre autonomo per consegne

Dovrebbero fare il proprio debutto sui marciapiedi e sulle piste ciclabili di Milano i cargo-droni terrestri autonomi sviluppati da e-Novia. Il robot da consegna si chiama Your Autonomous Pony Express (YAPE) ed è stato sviluppato nell’ambito del progetto BluPony della società, che è un incubatore di imprese milanese sui generis.

Lo YAPE ha due ruote con un motore elettrico per ruota e resta in equilibrio grazie ad un sistema giroscopico come quello utilizzato nei veicoli personali a due ruote oggi di moda, dagli overboard in su. Il drone è dotato di un sistema di guida autonoma basato su una rappresentazione digitale georeferenziata dell’ambiente urbano che lavora in sinergia con algoritmi di intelligenza artificiale per evitare gli ostacoli imprevisti, percepire i semafori, eccetera. Il drone può muoversi sui marciapiedi ad una velocità massima di 6 chilometri orari, mentre sulle piste ciclabili sale sino a 20 km/ora. L’autonomia è di 80 chilometri e il carico massimo trasportabile di 70 Kg.

La validazione dell’identità del mittente (può essere usato anche come fattorino automatico p2p) e del destinatario viene garantita dal riconoscimento delle credenziali digitali conservate sullo smartphone di entrambi, integrati con la tecnologia del riconoscimento facciale. Solo se i due sistemi concordano nell’identificazione, il vano di carico si apre.
I primi test su strada verranno effettuati a settembre, mentre a dicembre il sistema sarà operativo per un operatore di e-commerce. Per ora i carichi trasportati sono quelli tipici da e-commerce (libri, elettronica, etc.) ma è chiaro che il drone può essere personalizzato per altri utilizzi. Tra i finanziatori di e-Novia vi è, a fianco di Brembo ed altri, anche la società farmaceutica Dompè.